Guida all'Eredivisie 2017/18 - ADO Den Haag


UN RAPPORTO D'AMORE MAI DECOLLATO CON LA CINA

L'ADO Den Haag è chiamato ad aprire i giochi della prossima Eredivisie. Al Cars Jeans Stadion (nuovo nome dell'impianto che precedentemente prendeva il nome del vecchio main sponsor Kyocera), infatti, venerdì 11 agosto, ore 20:00, andrà di scena la prima delle 306 partite dell'edizione 2017/18 del campionato olandese. Si giocherà contro l'Utrecht allenato da Erik Ten Hag, un avversario scomodo ma che, distratto dagli impegni europei, potrebbe perdere punti per strada. 
Lo scorso anno gli ospiti si imposero per due reti a zero, ma stavolta Alfons Groenendijk caricherà al meglio i suoi ragazzi per ottenere punti importanti da mettere in da parte per garantirsi una partenza col piede giusto.


Il presidente dell'ADO, il cinese Wang Hui.
Dall'ADO Den Haag si attende un torneo senza particolari acuti. Forti di una salvezza tranquilla ottenuta alla fine dello scorso campionato, concluso all'undicesimo posto, la squadra capitanata da Aaron Meijers ha nelle turbolenze societarie il suo problema più grande. Non è un mistero che i gialloverdi abbiano uno stretto legame con la Cina, paese di provenienza di Wang Hui, presidente della United Vensen Sports International (UVSI), l'importante società cinese che in passato ha organizzato le edizioni delle Super Coppe Italiane in Cina, e azionista di maggioranza del club. Allo stesso modo è cosa nota che proprio Wang non abbia mantenuto le promesse fatte ai tifosi e a parte della dirigenza, mettendo in pericolo la sopravvivenza della squadra.

Accusato e trascinato in tribunale dalla squadra con l'accusa di una "cattiva gestione finanziaria", il presidente Wang Hui è stato sospeso dal Consiglio di Sorveglianza del club dell'Aia, come ordinato dalla Camera del Tribunale di Amsterdam: la società, infatti, ha nominati due commissari, i cinesi Jhon Yan e Felix Wu, che agiranno per conto della stessa United Vansen, con Hang Hui che rimarrà proprietario delle azioni, ma che non sarà coinvolto nella gestione del club. Per il sollievo dei tifosi, ovviamente.


Il norvegese Bjorn Johnsen, la nuova punta centrale dell'ADO.
Intanto la squadra allenata da Groenendijk la scorsa settimana è partita per una tournèe estiva in Cina, aspettando notizie dalla cordata di imprenditori locali intenzionata ad acquistare le quote degli azionisti cinesi. Tra i volti nuovi in squadra c'è quello dell'attaccante norvegese Bjorn Johnsen, giramondo che l'anno scorso ha segnato 7 goal e servito 7 assist con gli scozzesi dell'Hearts of Midlothian. Sarà lui l'indiziato numero uno a sostituire il partente Mike Havenaar, attratto dalle offerte provenienti dall'estremo oriente e che l'anno prossimo giocherà in J-League, il massimo campionato giapponese, con il Vissel Kobe.

Insieme al norvegese Johnsen, gli altri arrivi di spessore hanno i nomi di Melvyn Lorenzen (ala sinistra proveniente dal Werder Brema), Nick Kuipers (difensore centrale, arriva dal Maastricht) e Bas Kuipers (terzino sinistro acquistato dall'Excelsior). Volto nuovo, ma neanche troppo visto che si tratta di un atteso - ma annunciato - ritorno, sarà anche quello di Lex Immers, svincolatosi dal Club Bruges e tornato nella squadra dove si è riuscito a mettere meglio in luce. 
Salutano Den Haag Kevin Jansen (ceduto al NEC), l'ivoriano Wilfried Kanon (al momento svincolato), e il promettente jolly offensivo Gervane Kastaneer, che ha firmato con i tedeschi del Kaiserslautern.


L'ALLENATORE: 
ALFONS GROENENDIJK 
53 anni





LA FORMAZIONE

Gli innesti del calciomercato estivo forniranno importanti alternative a Groenendijk. Difficile stabilire una formazione di partenza, ma l'ossatura della squadra dovrebbe basarsi sul talento di Edouard Duplan e il dinamismo di Danny Bakker. In difesa occhio al promettente Tyronne Ebuehi, mentre in attacco potrebbe trovare spazio anche il giovane Dennis van der Heijden, noto tra i tifosi per aver deciso con una doppietta in 8 minuti la sua gara d'esordio contro l'Excelsior giocata il 14 febbraio 2016.


OBIETTIVO: Salvezza

LO STADIO: CARS JEANS STADION


Inaugurato appena nel 2007, il Cars Jeans Stadion (noto fino alla stagione scorsa come Kyocera Stadion) può ospitare fino a 15.000 spettatori ed è situato nel quartiere industriale di Forepark, nella parte orientale della città dell’Aia. Dotato di erba sintetica, il moderno impianto venne definito, all’epoca della sua apertura, “lo stadio più sicuro d’Europa” dal sindaco dell’Aia Wim Deetman. Dal 31 maggio al 15 giugno 2014 ospitò le partite più importanti del Mondiale di Hockey sull’erba. È molto simile, come struttura, all’AFAS Stadion. 

Il 28 agosto prossimo inizierà lo smantellamento del nome sopra l'entrata principale dell'impianto (come si nota bene nella foto), e dal 1° settembre verrà fissato il nuovo nome: da quel giorno lo stadio dell'ADO si potrà chiamare ufficialmente Cars Jeans Stadion.



Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top