De Jong+Depay: il PSV batte il Feyenoord al 93' nella partita più bella dell'anno e si laurea campione d'inverno!


Nella partita più spettacolare ed emozionante del 2014 targato Eredivisie il PSV sconfigge il Feyenoord al termine di un match condito da 7 gol e continui ribaltamenti di fronte, dal 1’ al 94’. I padroni di casa, nonostante i Rotterdammers in vantaggio per ben due volte, non si sono mai persi d’animo e sono riusciti a portare a casa i 3 punti in palio grazie alla strepitosa tripletta di Luuk de Jong e, soprattutto, al gol al 93’di Depay, che fa volare i Boeren a +4 sull’Ajax.

Prima del fischio d’inizio di Kuipers c’è tempo per una passerella per il sudcoreano Park-Ji Sung, esaltato dalla curva calda del tifo dei Boeren con un bello striscione. 


A rompere l’equilibrio di partenza ci pensa Manu, che al 13’ raccoglie un lancio in profondità di Clasie e si presenta face to face con Zoet, aggirandolo facilmente e concludendo in rete con un rasoterra che poteva essere deviato in corner da Bruma, ma il difensore dei Boeren scivola male e accompagna il pallone in rete. Passano dieci minuti e il PSV reagisce sull’onda dell’entusiasmo dei 35.000 spettatori accorsi al Philips Stadion: uno splendido assist di tacco di Willems libera Wijnaldum in profondità, il quale serve Luuk de Jong che, tutto solo, non sbaglia e sigla il gol dell’1-1.

Negli ultimi minuti della prima frazione di gioco Clasie sfrutta un clamoroso buco tra i difensori centrali del PSV per lanciare in velocità El Ahmadi, che si inserisce tra Rekik e Bruma e infila Zoet per il 2-1 del Feyenoord. Intorno all’ora di gioco Luuk de Jong sale in cattedra e prima sigla il 2-2 con una bellissima girata di testa su un calcio di punizione da fuori area di Depay e poi, dopo quattro giri di lancette, manda in rete un corner dalla sinistra calciato da Willems.

La partita sembra destinata a concludersi con la vittoria per 3-2 in rimonta del PSV, ma l’Eredivisie ci ha insegnato che nulla, fino all’ultimo secondo di recupero, è scontato. Al 88’ Kazim-Richards raccoglie una spizzata di testa del neo entrato Basacikoglu e sigla il 3-3 che sa tanto di beffa per i Boeren, che non si perdono d’animo e si riversano in attacco: al terzo dei quattro minuti di recupero il Philips Stadion esplode di gioia quando Depay finalizza un contropiede a dir poco spettacolare, che consegna al PSV lo scettro di campione d’inverno con una giornata d’anticipo sul calendario, ma soprattutto dà un segnale alle avversarie, Ajax in primis. Il PSV è vivo e lotterà sempre fino alla fine.

(Fonte foto: http://www.telegraaf.nlhttps://twitter.com)

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top